Procedure di Cambio Operatore Procedure di Cambio Operatore

  • Che cosa sono le procedure di cambio Operatore?
  • Le procedure di cambio Operatore sono procedure condivise tra gli Operatori di TLC che definiscono modalità tecniche/operative e le relative tempistiche per consentire ad un cliente finale di effettuare il cambio dell’Operatore di accesso, garantendo, per quanto tecnicamente possibile, il minimo disservizio. Le procedure sono in esercizio dal giugno 2008.

  • Quali sono i servizi di accesso che rientrano nel perimetro di tali procedure?
  • Gli Operatori che acquisiscono da TIM Wholesale servizi di accesso quali l’accesso disaggregato (ULL, ULLdati, VULL, Shared Access), il servizio Wholesale Line Rental (WLR) ed il Bitstream, sono tenuti ad implementare, ai sensi della normativa vigente, le procedure di cambio Operatore.

    Con la Delibera 611/13/CIR pubblicata sul sito AGCOM il 20/11/2013 sono state previsti nel perimetro delle procedure anche i servizi di accesso Sub Loop ULL (SLU), e i servizi VULA e Bitstream NGA. 

  • Qual è la normativa vigente in materia di procedure di cambio Operatore
  • La normativa vigente in materia nasce dalla Delibera 4/06/CONS e dalla successiva Delibera 274/07/CONS, a seguito della quale gli Operatori hanno istituito un Tavolo Tecnico per dar corso all’implementazione tecnica di quanto previsto dall’Autorità. Con la Circolare AGCom del 9 aprile 2008 l’Autorità ha poi sancito i risultati prodotti dal Tavolo Tecnico, pubblicando gli allegati tecnici che descrivono le procedure. Nella Circolare del 9 aprile 2008 l'Autorità ha poi affidato a TIM il compito di curare l’aggiornamento e la pubblicazione sul Portale Wholesale della documentazione tecnica, anche a fronte di eventuali modifiche future successive all’avvio delle procedure stesse. L'Autorità ha poi emanato le Delibere 41/09/CIR e 52/09/CIR, ed infine la Circolare del 26 febbraio 2010, che hanno in parte modificato le procedure stabilite inizialmente. Infine è stata emanata la Delibera 611/13/CIR. 

  • In cosa consistono le procedure?
  • Come previsto dalla Delibera 274/07/CONS le procedure si differenziano per il caso dell’Attivazione, nella quale il Cliente finale, attivo con TIM, richiede il passaggio ad altro Operatore alternativo, e per il caso di Migrazione, nella quale il Cliente finale, attivo con altro Operatore alternativo, richiede il passaggio ad altro Operatore alternativo oppure il passaggio in Direzione Commerciale TIM.
    Per il caso della Migrazione la procedura individua tre fasi di processo: Fase 1 “Richiesta del Cliente”, Fase 2 “Comunicazione Preventiva” e la Fase 3 “Provisioning Tecnico”. La procedura si basa sulla fornitura di un Codice Migrazione e di un Codice Segreto da parte di ogni Operatore alternativo al proprio cliente finale.
    In una fase iniziale, antecedente alla Fase 1, ogni Operatore alternativo fornisce al proprio cliente finale il Codice di Migrazione, che ha una struttura dati che consente di individuare l'Operatore di accesso, la risorsa oggetto della migrazione, ed il servizio attivo su di essa; fanno parte del codice migrazione le numerazioni associate all'accesso. La struttura del Codice Migrazione è riportata nell’allegato 12 dell’Accordo Quadro Migrazioni, che è pubblicato nella sezione della documentazione tecnica disponibile sul portale Wholesale.
    Ogni Operatore alternativo è tenuto a fornire questo codice al proprio cliente finale, congiuntamente con il PIN, per permettere, attraverso il suo utilizzo in alcune fasi del processo, il cambio dell’Operatore di accesso.
    Nella Fase 1 l'Operatore che vuol acquisire un cliente finale (c.d. “Operatore Recipient” o semplicemente “il Recipient”) acquisisce il codice di migrazione dal cliente stesso. Successivamente, nella Fase 2, l'Operatore Recipient comunica all'Operatore che fornisce il servizio al cliente finale (c.d. “Operatore Donating” o semplicemente “il Donating”) la cessazione del servizio di accesso. Questa fase di processo viene ingaggiata direttamente tra gli Operatori e non viene interessata TIM Wholesale. La Fase 2 utilizza un tool di comunicazione e dei tracciati record specifici, i cui dettagli tecnici sono riportati nei documenti pubblicati nella sezione della documentazione tecnica disponibile sul portale Wholesale. Per l’implementazione di questa fase gli Operatori alternativi devono contattare direttamente i riferimenti tecnici riportati nel file “Gestione Operativa” (si veda oltre). Superata con esito positivo la Fase 2 il Recipient invia la richiesta di Migrazione a TIM Wholesale (Fase 3), la quale, dopo aver verificato con il Donating la corretta esecuzione della Fase 2, da corso alla richiesta di Migrazione.
    Per il caso della Attivazione la procedura individua tre fasi di processo: Fase 1 “Richiesta del Cliente”, Fase 2 “Comunicazione Preventiva” e la Fase 3 “Provisioning Tecnico”. La procedura si basa sulla fornitura di un Codice Segreto da parte della Direzione Commerciale di TIM al proprio cliente finale.
    In una fase iniziale, antecedente alla Fase 1, la Direzione Commerciale di TIM fornisce al proprio cliente finale il Codice segreto.
    Nella Fase 1 l'Operatore che vuol acquisire un cliente finale della Direzione Commerciale di TIM (c.d. “Operatore Recipient” o semplicemente “il Recipient”) acquisisce il codice segreto dal cliente stesso. Successivamente, nella Fase 2, l'Operatore Recipient comunica alla Direzione Commerciale di TIM (in qualità di “Operatore Donating” o semplicemente “Donating”) la cessazione del servizio di accesso. Questa fase di processo viene ingaggiata direttamente tra il Recipient e TIM Direzione Commerciale (non viene interessata TIM Wholesale). La Fase 2 utilizza lo stesso tool del processo di Migrazione, i cui dettagli tecnici sono riportati nei documenti pubblicati nella sezione della documentazione tecnica disponibile sul portale Wholesale. Per l’implementazione di questa fase gli Operatori alternativi devono contattare direttamente i riferimenti tecnici riportati nel file “Gestione Operativa” (si veda oltre). Superata con esito positivo la Fase 2 il Recipient invia la richiesta di Attivazione a TIM Wholesale (Fase 3), la quale, dopo aver verificato con la Direzione Commerciale di TIM la corretta esecuzione della Fase 2, da corso alla richiesta di Attivazione.
  • Sono tenuto ad implementare le procedure di cambio Operatore?
  • SSe la sua Azienda acquisisce da TIM Wholesale servizi di accesso tra quelli a perimetro della Delibera 274  allora, ai sensi della normativa vigente, la sua Azienda è tenuta ad implementare le procedure di cambio Operatore nella modalità descritta negli allegati tecnici e successive modifiche/integrazioni. Nel caso in cui le disposizioni dell’Autorità non vengano ottemperate, quest’ultima, vigilando sul rispetto di quanto disposto, può attivare procedimenti di natura sanzionatoria.

  • Sono tenuto a firmare l'Accordo Quadro Migrazioni?
  • Sì, è tenuto a firmare l'Accordo Quadro; per farlo può richiedere il testo contrattuale direttamente al suo Account Manager. E’ possibile visualizzare i sottoscrittori dell'Accordo Quadro scaricando il testo sottoscritto e l’elenco degli Operatori firmatari dalla sezione Procedure di cambio Operatore (274 e NP “pura”) – Accordo Quadro del Portale Wholesale (www.wholesale.telecomitalia.com - area riservata). In ogni caso è opportuno sapere che, ai sensi della normativa vigente, gli Operatori sono comunque tenuti ad implementare le procedure di cambio Operatore, indipendentemente dalla firma o meno dell'Accordo Quadro.

  • Dove posso trovare il materiale informativo per implementare le procedure?
  • Le Delibere che riguardano la materia si possono prelevare dal sito AGCom (www.agcom.it). L'Accordo Quadro Migrazioni e gli allegati tecnici si possono prelevare dal sito di TIM Wholesale (www.wholesale.telecomitalia.com - area riservata) nella sezione  “Procedure di cambio Operatore (274 e NP “pura”) – Accordo Quadro”.

  • Quali sono i principali documenti tecnici che descrivono le procedure?
  • I principali documenti tecnici che descrivono le procedure sono gli allegati dall’1 al 13, pubblicati in un unico file zip nell’area riservata del Portale Wholesale, nella sezione “Procedure di cambio Operatore (274 e NP “pura”) – Documentazione relativa alla Delibera 274/07/CONS ” e la nota tecnica pubblicata a seguito delle Delibere 41/09/CIR e 52/09/CIR. In particolare l'allegato 1 riporta lo schema di flusso per l'Attivazione e per la Migrazione con le relative tempistiche previste per le fasi di processo; questo documento deve essere letto congiuntamente alla nota tecnica “Novità introdotte nelle procedure di Attivazione e di Migrazione dalle Delibere 41/09/CIR e 52/09/CIR e dalla Circolare AGCom del 26 febbraio u.s.”, che descrive le modifiche all'allegato 1 sia in termini di processo che di tempistiche. L'allegato 2 descrive lo strumento di comunicazione OLO2OLO per la comunicazione preventiva di Fase 2 (tool di comunicazione di Fase 2). L'allegato 3 riporta le specifiche tecniche dello strumento di comunicazione OLO2OLO di Fase 2. L'allegato 4 riporta il tracciato record per la Comunicazione Preventiva di Fase 2. L’allegato 5 descrive le causali di scarto per la Fase 2. Gli Allegati 6, 7 e 7A riportano i tracciati record per le richieste di Fase 3 dei vari servizi di accesso: ATTENZIONE: questi documenti sono nella versione consolidata al Tavolo Tecnico nel giugno 2008, per gli aggiornamenti occorre sempre consultare la sezione “Moduli e Documentazione” del Portale Wholesale, che riportano le ultime revisioni valide di tali documenti. L’allegato 8 riporta l’anagrafica dei COS e l’anagrafica dei COW; per il COW si intende il COW origine o COW padre, cioè assegnato da TIM Wholesale agli Operatori. Gli allegati 9, 10 10bis riportano le causali di scarto per la Fase 3. L’allegato 12 descrive la struttura del codice di migrazione. L’allegato 13 riporta la tabella di compatibilità/sovrascrittura tra i servizi a perimetro della Delibera 274. Tra il materiale pubblicato nella sezione dedicata alla Delibera 274 TIM Wholesale fornisce agli Operatori un file utile per la gestione operativa della Fase 2 della procedura (area riservata del Portale Wholesale, sezione “Procedure di cambio Operatore (274 e NP “pura”)” – “Gestione Operativa 274”) che riporta i riferimenti tecnici/operativi per la Fase 2 ed i parametri tecnici per la configurazione del tool di Fase 2. Oltre agli allegati tecnici pubblicati sul sito Wholesale, occorre prelevare dal sito dell’AGCom (www.agcom.it) gli allegati tecnici alle Delibere successive alla 274/07/CONS sul tema delle procedure di cambio operatore.  Questa documentazione pubblicata da AGCom costituisce parte integrante alle Procedure Operative concordate dagli Operatori ai Tavoli Tecnici 274. In particolare si segnala l’Allegato 1 alla Delibera n. 52/09/CIR che riporta la definizione e l’utilizzo del carattere di controllo associato al codice di migrazione e la specifica tecnica d’implementazione di tale carattere di controllo.

  • Dove posso trovare i documenti d’interfaccia (Tracciati Record) TIM-Operatore ultimi applicabili per le richieste di Fase 3 per i servizi a perimetro della Delibera 274?
  • I documenti d’interfaccia (Tracciati Record) TIM-Operatore per le richieste di Fase 3 per i servizi a perimetro della delibera 274 sono pubblicati nella sezione “Documentazione”.

  • Cosa prevedono le procedure nel caso di un Operatore c.d. Reseller? (Caso in cui l’Operatore che commercializza il servizio al dettaglio acquisisce il servizio di accesso e la risorsa di numerazione attraverso un Operatore Wholesale)
  • Nel caso di Reseller le procedure prevedono quanto segue. Il Reseller assegnerà il codice di migrazione al proprio Cliente finale, richiedendolo a sua volta al proprio Operatore Wholesale. Il Recipient ingaggerà la Fase 2, e successivamente la Fase 3, con l’Operatore Wholesale, il quale veicolerà i messaggi ricevuti dal Recipient all’Operatore Reseller per permettergli di gestire la relazione commerciale con il Cliente finale. L’Operatore Wholesale veicolerà poi le risposte del Reseller al Recipient. In altre parole le procedure stabiliscono che le attività tecnico/operative necessarie alla migrazione dell’accesso siano svolte dall’Operatore Wholesale, il quale si fa carico di assegnare il codice di migrazione alla linea e di comunicarlo al Reseller e di gestire tutte le comunicazioni previste nelle Fasi 2 e 3 verso il Recipient, verso TIM Wholesale e verso il Reseller stesso.

  • Cosa prevedono le procedure nel caso di un Operatore c.d. Wholesaler? (Caso in cui l’Operatore che commercializza il servizio al dettaglio acquisisce il servizio di accesso attraverso un Operatore Wholesale e assegna una propria numerazione al cliente)
  • Per implementare questo caso l’Autorità ha pubblicato la Delibera 611/13/CIR sul sito AGCOM il 20/11/2013.

  • Come posso comunicare i miei riferimenti operativi e i parametri tecnici del tool di comunicazione di Fase 2?
  • Per effettuare questa comunicazione può prelevare nell’area riservata del Portale Wholesale, sezione “Procedure di cambio Operatore (274 e NP “pura”)” – “Gestione Operativa 274”, il file per la gestione operativa. Una volta effettuato il download del file deve essere compilata la riga relativa alla sua Azienda. Il file così aggiornato deve essere inviato all’email Info COW e GO 274 (info_COW_GO_274@telecomitalia.it) per l'aggiornamento e la pubblicazione sul portale Wholesale del file contenente i parametri tecnici di tutti gli Operatori accreditati sulla piattaforma OLO2OLO. Per quanto riguarda invece la configurazione operativa sulla piattaforma OLO2OLO, l'Operatore dovrà inviare il file aggiornato con i propri parametri tecnici direttamente ai punti di contatto riportati nel file Gestione Operativa stesso.

  • Che cosa sono i codici segreti? Cos'è il file dei codici COW?
  • Con le Delibere 41/09/CIR e 52/09/CIR l'Autorità ha inteso introdurre una modifica volta ad irrobustire la Fase 1 delle procedure, prevedendo la fornitura da parte del Cliente finale al Recipient, di un PIN (o codice segreto), noto solo al Cliente finale ed al Donating. Gli Operatori hanno condiviso che tale PIN sia veicolato all'interno della struttura dati del codice migrazione, ed in particolare nei primi tre digit del COW. Pertanto si è stabilito che per ciascun Operatore interessato ad implementare tale nuova funzionalità siano assegnati, oltre al codice COW Padre  attribuito da TIM Wholesale e riportato nell'Allegato 8 delle procedure, altre 199 variazioni di tale codice. Ogni Operatore quindi potrà assegnare al proprio Cliente finale un codice di migrazione che riporta nella struttura del COW uno fra i 200 codici assegnati. L’assegnazione al Cliente finale è a discrezione dell’Operatore. La gestione dei 199 codici COW da parte dell’Operatore e l’assegnazione ai propri clienti finali è quindi un’opportunità per l’Operatore e non un obbligo. TIM Wholesale gestisce la pubblicazione dei COW per tutti gli Operatori, garantendone la deduplicazione per i casi di sovrapposizione.

  • Come posso generare/ottenere i codici COW? Quando si possono utilizzare? Dove sono pubblicati i COW degli Operatori?
  • Qualora sia interessato ad avere attribuito il set dei 199 codici COW può in alternativa: (i)generare i nuovi codici COW evitando la sovrapposizione con quelli già pubblicati, e comunicarli a TIM alla casella info_COW_GO_274@telecomitalia.it (ii) richiedere a TIM, tramite casella info_COW_GO_274@telecomitalia.it, la generazione dei nuovi codici. Nel primo caso trasmetterà la lista in formato excel e TIM ne curerà l’eventuale deduplicazione (nel caso di sovrapposizioni) e la pubblicazione verso tutti gli Operatori. I codici COW degli Operatori che li hanno comunicati sono disponibili nell’area riservata del Portale Wholesale, sezione “Procedure di cambio Operatore (274 e NP “pura”)” – “Codici COW”). Per permettere agli Operatori di procedere all’aggiornamento dei propri sistemi informatici l’utilizzo dei nuovi codici COW verso i propri clienti finali deve avvenire almeno 30gg solari dopo la comunicazione a TIM Wholesale (art. 1 comma 8 delibera 52/09/CIR).

  • Come comportarsi nel caso in cui si rilevi l’utilizzo di un codice COW non documentato nella lista ufficiale pubblicata?
  • In questi casi è bene inviare una segnalazione alla casella info_COW_GO_274@telecomitalia.it per verificare la correttezza del codice comunicato dal Cliente finale.

  • Come deve essere fornito il codice di migrazione al Cliente finale? Puo’ avere lunghezza inferiore a 18 caratteri?
  • Il codice di migrazione puo’ avere lunghezza inferiore a 18 caratteri, ciò accade quando il COR è inferiore a 12 digit (tipicamente 10 digit). In questi casi, per generare il codice di migrazione, si riportano le cifre del COR senza zeri aggiuntivi ed il codice di migrazione avrà lunghezza 16 caratteri.

  • Che cos’è il carattere di controllo?
  • Il carattere di controllo è un carattere che deve essere aggiunto al codice migrazione (senza però farne parte) e che serve nella FASE 1 della procedure per un effettuare controllo in acquisizione della richiesta del Cliente finale. Il carattere di controllo è utile al Recipient per verificare che il PIN, fornito dal Donating al cliente finale, sia valido. Il Donating è sempre tenuto a fornire il carattere di controllo al cliente finale; il Recipient utilizza tale codice solo in FASE 1, pertanto il carattere di controllo non viaggia nei tracciati di Fase 2 e di Fase 3. Le regole per la generazione di tale codice sono riportate nell’Allegato 1 alla Delibera n. 52/09/CIR.

  • Come posso avviare la procedura di cambio Operatore se, per un dato Cliente finale, l’Operatore Donating non ha rilasciato in FASE 1 il codice migrazione e/o non ha comunicato i parametri per il tool di FASE 2?
  • Al momento non sono state definite procedure operative alternative a quelle descritte per la gestione di questi casi specifici. L’Operatore che non ottemperi alle disposizioni previste dall’Accordo Quadro Migrazioni, implementando almeno i processi di FASE 1 e 2 è sanzionabile dall’Autorità, la quale vigila sul rispetto di quanto disposto.

  • Quali sono le tempistiche dell'esecuzione tecnica della Migrazione (Fase 3 Provisioning Tecnico)?
  • La Delibera 274/07/CONS non ha modificato le condizioni di offerta per i servizi di accesso a perimetro della delibera stessa. Pertanto le tempistiche di fornitura del servizio di accesso sono riportate nelle relative Offerte di Riferimento. Questi tempi minimi di fornitura devono essere aggiunti ai tempi previsti dalle procedure di cambio Operatore per l'esecuzione delle fasi precedenti al provisioning tecnico della migrazione.

  • A chi mi posso rivolgere per avere assistenza tecnica nelle diverse fasi della procedura di cambio Operatore?
  • Per la Fase 2 delle procedure può rivolgersi per TIM direttamente al riferimento operativo della Direzione Commerciale Retail che è riportato nel file Gestione Operativa. Per richieste di assistenza sulla Fase 3 per i servizi di Accesso Disaggregato e per il WLR si può rivolgere al Centro Nazionale di Assistenza Tecnica di Trieste CNAT-TS (emailULL_TS@telecomitalia.it); per i servizi Bitstream si può rivolgere al Centro Nazionale di Assistenza Tecnica di Catanzaro CNAT-CZ (email wholesalecz@telecomitalia.it). Richieste di natura generale sulle procedure possono essere inoltrate al proprio A.M. L’email Info COW e GO 274 (info_COW_GO_274@telecomitalia.it) può essere utilizzata invece per aggiornamenti sui riferimenti operativi e sui parametri tecnici del tool di comunicazione di Fase 2, e per comunicare i codici segreti / COW. Per quanto riguarda la trasmissione dei parametri tecnici del tool di comunicazione di Fase 2, gli Operatori dovranno inviare direttamente ai punti di contatto operativi (riportati nel file Gestione Operativa) i propri parametri.

  • Se il cliente chiede di “rientrare in TIM per la sola NP” senza risorsa di accesso, quale Delibera si applica?
  • L’Operatore può  inviare un ordine di cessazione “con rientro in TIM” per la sola NP, senza risorsa di accesso. Questa possibilità è prevista dalle procedure della Delibera 35/10/CIR ma è limitata ai casi di rientro in TIM della sola numerazione. La cessazione con rientro della sola NP non deve essere pertanto utilizzata nei casi in cui l’Operatore, avendo acquisito da Wholesale anche un accesso tra quelli a perimetro della Delibera 274, riceve dal proprio cliente finale la richiesta di migrare sia l’accesso che il numero. Pertanto, a seguito della ricezione di un ordine di cessazione con rientro in TIM per la NP,  TIM fornisce al cliente una nuova linea a cui verrà associata la numerazione del cliente.

Se non hai trovato l’informazione che cercavi, puoi formulare qui la tua domanda