Circuiti Terminating Circuiti Terminating

  • Cosa si intende per circuito Terminating?
  • Per circuito Terminating si intende un circuito di capacità dedicata tra un punto terminale di rete coincidente con la sede di un cliente finale ed un punto di attestazione presso uno dei nodi  TIM  (PdC) abilitati alla raccolta dei Terminating.

    I circuiti Terminating sono disponibili in due diverse tipologie (con caratteristiche tecniche e soluzioni di consegna differenti): 

    • Circuiti Terminating Analogici, PDH, SDH, Ethernet over SDH: circuiti Terminating “tradizionali” realizzati in tecnologia analogica o mediante trasporto PDH o SDH;
    • Circuiti Terminating Ethernet su fibra ottica: circuiti di “nuova generazione”, realizzati mediante trasporto ethernet su fibra ottica.
  • Quali sono i Punti di Consegna di TIM abilitati alla raccolta dei circuiti Terminating?
  • Per i circuiti Terminating “tradizionali”, sono i 561 Nodi Trasmissivi Regionali (NTR) ai quali l’Operatore può attestarsi per la raccolta di  circuiti Terminating nell’ambito dell’intero BTR a cui il nodo appartiene; l’elenco dei Nodi Trasmissivi è riportato nell’ALLEGATO 1 dell’Offerta di Riferimento. 

    Per i circuiti Terminating di “nuova generazione”  sono i Punti di Consegna della rete Ethernet abilitati alla raccolta di tale tipologia di circuiti; l’elenco dei Punti di Consegna Ethernet è disponibile nella sezione “Coperture”.

  • Esiste un Database (DB) delle centrali abilitate alla raccolta dei circuiti Terminating Ethernet su fibra ottica?
  • Sì, nella sezione “Coperture” è disponibile l’elenco delle centrali raccolte da ciascun PdC e la relativa fascia di afferenza.

  • A cosa serve lo studio di fattibilità?
  • Lo studio di fattibilità serve a verificare la disponibilità delle risorse impiantistiche necessarie per la realizzazione del servizio richiesto ed  a definirne i tempi ed i costi di fornitura.

  • Quando è obbligatorio lo studio di fattibilità?
  • Lo studio di fattibilità è obbligatorio nei seguenti casi:

    • circuiti Terminating “tradizionali”, di velocità maggiore di 2 Mbit/s o per quantità significative di circuiti a 2 Mbit/s su una stessa sede e/o stessa direttrice;
    • circuiti Terminating Ethernet su fibra ottica relativi a sedi di clienti finali appartenenti a centrali di fascia compresa tra 0 e 3 con configurazioni “non standard”;
    • circuiti Terminating Ethernet su fibra ottica relativi a sedi dei clienti finali appartenenti a centrali di fascia diversa dalla 0, 1, 2 e 3.
  • Quali sono i tempi di risposta di uno Studio di fattibilità?
  • TIM risponde mediamente entro 10 giorni solari.

  • Lo studio di fattibilità ha un costo?
  • Sì, ed è pari a 260 euro; tale costo non è dovuto qualora il circuito venga successivamente ordinato dall’Operatore.

  • Quali sono i costi in caso di cessazione?
  • Non sono previsti costi di cessazione qualora questa avvenga dopo la scadenza del periodo di minima durata contrattuale (un anno dall’attivazione).

  • Come si può calcolare la lunghezza in linea d'aria per determinare il prezzo dei Circuiti Terminating “tradizionali”?
  • Attraverso gli strumenti appositi disponibili sul Portale.

  • Come si determina il prezzo dei Circuiti Terminating Ethernet su fibra ottica?
  • Per le configurazioni descritte nell’Offerta di Riferimento, il prezzo è dipendente sia dal range di velocità cui appartiene il circuito (fino a 100Mbit/s o maggiore di 100Mbit/s), sia dalla “Fascia” (0, 1, 2 e 3) della centrale di attestazione del Circuito.

    Per i Circuiti afferenti a centrali di fascia diversa da 0, 1, 2 e 3 e per le configurazioni non standard di  circuiti di fascia 0, 1, 2 e 3,  i prezzi sono determinati di volta in volta in funzione dell’esito dello studio di fattibilità (sempre obbligatorio).

  • Ai sensi del Mercato 4, è necessaria la certificazione da parte dell’Operatore per i PoP aperti?
  • Sì è necessaria.

  • Quali contratti sono necessari per poter usufruire del servizio Terminating?
  • È prevista la sottoscrizione di un contratto specifico per ognuna delle due diverse tipologie di circuiti Terminating (circuiti Terminating Analogici, PDH, SDH, Ethernet over SDH e circuiti Terminating Ethernet su fibra ottica). Inoltre, qualora l’Operatore non sia colocato nel/i nodo/i trasmissivo/i (NTR) nel/i quale/i intende raccogliere i circuiti Terminating PDH, SDH, Ethernet over SDH, deve sottoscrivere contestualmente il nuovo contratto per i Flussi di Interconnessione.

  • Cosa occorre per accedere al servizio Circuiti Terminating Ethernet su fibra ottica?
  • L’Operatore richiedente deve preventivamente acquisire nel Punto di Consegna un “Kit” dedicato alla raccolta di questa tipologia di servizio.

    In alternativa l’Operatore può raccogliere i circuiti su una Porta del Kit Multiservizio dedicata al servizio Terminating Ethernet su fibra ottica.

  • Quali sono le Classi di Servizio (CoS) garantite per i Circuiti Terminating Ethernet su fibra ottica?
  • Le Classi di Servizio  previste sono tre: CoS  2, 3 e 5

  • E’ possibile prolungare un circuito Terminating Ethernet su fibra ottica su un PdC diverso da quello di afferenza della centrale di attestazione della sede del cliente finale?
  • Nel caso di raccolta del circuito su un Kit dedicato, non è possibile, in quanto il Kit deve essere attestato al Punto di Consegna territorialmente competente per la centrale di attestazione del punto terminale di rete.

    Nel caso di raccolta del circuito su una Porta del Kit Multiservizio Bitstream dedicata ai Terminating Ethernet, è invece prevista la possibilità di prolungare il circuito su altro Punto di Consegna all’interno della Macro Area di raccolta, mediante il servizio di “Backhauling”.

  • La raccolta dei circuiti Terminating Ethernet sul Kit Multiservizio Bitstream deve essere sempre preceduta dalla configurazione dell’Aggregato di banda (CAR)?
  • Sì, per la raccolta  dei circuiti Terminating Ethernet sul Kit Multiservizio, è necessario richiedere la preventiva  configurazione del CAR.

Se non hai trovato l’informazione che cercavi, puoi formulare qui la tua domanda