Flussi di Interconnessione Flussi di Interconnessione

  • Cosa si intende per “Flusso di Interconnessione”?
  • Il Flusso di Interconnessione è un collegamento trasmissivo tra il PoP dell'Operatore ed un punto di consegna (PdC) di un servizio wholesale regolamentato di TIM. In particolare il Flusso di Interconnessione è utilizzato per il trasporto dalla centrale sede del PdC alla sede dell'Operatore del traffico generato da uno o più servizi di raccolta di cui l'Operatore usufruisce.

    La sede del PoP dell’Operatore può eventualmente coincidere con una centrale di TIM. Il PoP dell’Operatore ed il PdC di TIM devono appartenere al medesimo Bacino Territoriale Regionale (BTR).

  • Cosa si intende per “Flusso di Interconnessione Regionale”?
  • Il Flusso di Interconnessione è di tipo Regionale quando il PdC cui il flusso stesso è attestato appartiene alla rete trasmissiva Regionale (Livello 1 e 2) di TIM.

  • Cosa si intende per “Flusso di Interconnessione Locale”?
  • Il Flusso di Interconnessione è di tipo Locale quando il PdC cui il flusso stesso è attestato appartiene alla rete trasmissiva Locale (Livello 0) di TIM.

    L'Operatore può richiedere tale servizio quando la centrale di attestazione del suo PoP ed il PdC appartengono alla stessa rete Locale.

  • Può essere realizzata l’interconnessione tra una centrale TIM appartenente alla rete trasmissiva di livello 0 ed un PoP dell’Operatore ubicato in una diversa area locale?
  • Sì. L'Operatore deve richiedere un flusso Regionale ed uno Locale concatenati tra loro, ovvero deve richiedere, contestualmente, un Flusso di Interconnessione Locale, tra il PdC dei servizi all'ingrosso e il corrispondente nodo di Livello 1, ed un Flusso di Interconnessione Regionale, tra il suddetto nodo di Livello 1 e il suo PoP.

  • Cosa si paga in caso di Flussi di Interconnessione Regionale e Locale “concatenati” tra loro?
  • Per tale Flusso di Interconnessione TIM addebita all'Operatore tre importi:

    • canone mensile di accesso del Flusso d'Interconnessione Regionale;
    • canone mensile di trasporto del Flusso d'Interconnessione Regionale (tratta tra la centrale di competenza della sede del PoP dell'Operatore e la sede del nodo di livello 1 di TIM);
    • canone mensile di trasporto del Flusso d'Interconnessione Locale (tratta tra la sede del nodo di livello 1 e la centrale di livello 0 sede del PdC di TIM).
  • Che cosa è la “prestazione di multiplazione"?
  • La prestazione di Multiplazione realizza l'affasciamento di più collegamenti, tipicamente più circuiti "terminating", da consegnare su un flusso di interconnessione di capacità superiore.

  • Cosa si intende per “pianificazione” dei Flussi di Interconnessione?
  • Si intende la formalizzazione da parte dell'Operatore di un Piano Annuale (PA) ed un Piano di Consolidamento Trimestrale (PCT), contenenti le esigenze di fornitura di Flussi di Interconnessione per l'anno X+1.

  • Quali sono i tempi di provisioning?
  • Nel caso di Flussi di Interconnessione "pianificati", TIM garantisce che, almeno per il 95% delle richieste, l'attivazione sia completata entro i seguenti termini:

    • 45 giorni per circuiti con velocità pari a 2Mbit/s
    • 90 giorni per circuiti con velocità superiore a 2Mbit/s.

    Nel caso di Flussi di Interconnessione "non pianificati", TIM garantisce che, almeno per il 95% delle richieste, l'attivazione sia completata entro i seguenti termini:

    • 51 giorni per circuiti con velocità pari a 2Mbit/s
    • 100 giorni per circuiti con velocità superiore a 2Mbit/s.
  • Da quando decorre la fatturazione del Flusso di Interconnessione?
  • La fatturazione del Flusso di Interconnessione decorre dall'attivazione del primo servizio (voce, dati o linee affittate) attestato sul tale flusso.

Se non hai trovato l’informazione che cercavi, puoi formulare qui la tua domanda